Trentino: PO FESR 2014/2020. AZIONE 2.2.1. CONTRIBUTO A FONDO PERDUTO FINO AL 30% PER INVESTIMENTI IN MACCHINARI, IMPIANTI E BENI INTANGIBILI.

Cerchi un finanziamento? un'agevolazione? utilizza il nostro motore di ricerca:

Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Search in posts
Search in pages
 

Vuoi fare una ricerca più approfondita nella rete? inserisci nel tuo motore di ricerca:  "#adessonews + agevolazione"

esempio: #adessonews finanziamento impresa

Mia Immagine

Pulsanti abilitati solo per info: Finanziamenti e Agevolazioni

I benefici riguardanogli investimenti finalizzati ad un obiettivo di innovazione aziendale. Gli investimenti si basano su un concetto ampio di innovazione che comprende non solo nuovi prodotti, nuovi servizi o nuovi processi, ma anche il perfezionamento o la ricombinazione della conoscenza esistente, nuovi metodi di commercializzazione e quindi di consolidamento e/o apertura di nuovi mercati e nuove forme di organizzazione aziendale capaci di generare un miglioramento delle prestazioni dell’impresa in termini di efficienza, ottimizzazione e riduzione dei costi, diversificazione e qualità produttiva, posizionamento competitivo e/o penetrazione di nuovi mercati.
SOGGETTI BENEFICIARI
Possono presentare domanda di agevolazione:
1. le piccole medie imprese iscritte nel Registro delle Imprese della Provincia di Trento;
2. gli enti e le associazioni per le attività di impresa esercitate, purché dotati di partita I.V.A., nonché i consorzi e le reti d’impresa con soggettività giuridica.
TIPOLOGIA DI INTERVENTI E SPESE AMMISSIBILI
Investimenti immobiliari
a. l’acquisto del terreno soltanto nel caso di nuove iniziative o apertura di nuove unità locali nel limite massimo del 10% della spesa totale ammissibile dell’operazione considerata.
b. l’acquisto di edifici, inclusi l’eventuale terreno relativo al lotto funzionale sul quale insiste l’edificio e i posti macchina;
c. le opere immobiliari inerenti la costruzione, l’ampliamento e la ristrutturazione di edifici;
d. l’installazione di impianti connessi agli immobili o alle opere di cui alle precedenti lettere.
Rientrano tra le spese ammissibili anche le seguenti, purché funzionali all’investimento principale: opere di allacciamento idrico, fognario e di energia, installazione e sostituzione di impianti; opere di recinzione e di sistemazione delle aree; opere o impianti in comunione con altri soggetti per la quota rimasta effettivamente a carico del soggetto richiedente; spese tecniche (progettazione, direzione lavori, sicurezza, certificazione e collaudo statico) nella misura massima dell’8% degli investimenti immobiliari previsti, escluso l’acquisto di terreno ed edifici.
Investimenti mobiliari
a) mobili e arredi;
b) macchinari, attrezzature ed impianti produttivi;
c) altri impianti di tipo diverso da quelli rientranti tra gli investimenti immobiliari;
d) macchinari d’ufficio, ivi compresi sistemi informatici hardware e software;
e) brevetti e diritti di utilizzazione di tecnologie;
f) autocarri immatricolati per trasporti cose per conto proprio rientranti nello standard europeo almeno euro 6, qualora funzionali al rimanente investimento;
g) autoveicoli immatricolati per trasporto persone, con esclusione degli autocaravan, esclusivamente per lo svolgimento delle seguenti attività:
– servizio turistico di bus-navetta;
– trasporto mediante noleggio di autovetture da rimessa con conducente;
– altre attività di trasporti terrestri di passeggeri.
ENTITÀ E FORMA AGEVOLAZIONE
– piccole imprese: 20% della spesa ammissibile;
– medie imprese: 10% della spesa ammissibile.
Secondo il regolamento de minimis:
PUNTEGGIO TOTALE DI VALUTAZIONE DI AMMISSIBILITA’ E DI PREMIALITA’
– fino a 40: 25%
– oltre 40: 30%
SCADENZA
Le domande potranno essere presentate fino al 15 ottobre 2017.

Mia Immagine

Mia Immagine

Pulsanti abilitati solo per info: Finanziamenti e Agevolazioni