Ospedale santa Chiara: quelle manutenzioni degli ascensori che lasciano a desiderare

Cerchi un finanziamento? un'agevolazione? utilizza il nostro motore di ricerca:

Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Search in posts
Search in pages
 

Vuoi fare una ricerca più approfondita nella rete? inserisci nel tuo motore di ricerca:  "#adessonews + agevolazione"

esempio: #adessonews finanziamento impresa

Mia Immagine

Pulsanti abilitati solo per info: Finanziamenti e Agevolazioni

La denuncia nel merito arriva da un degente costretto a fare i conti tutti i giorni con ascensori e servizi dell’ospedale si santa Chiara.

Mia Immagine

Nel nostro caso si parla proprio di ascensori, che non funzionano da anni.

Ma non quelli vecchi,  che funzionano benissimo, ma quelli di recente installazione.

L’ascensore incriminata è quella della parte destra che dovrebbe portare ai piani e che è bloccata in manutenzione da Giugno 2018.

Non è andata meglio la manutenzione dell’ascensore di sinistra che invece è durata 13 mesi, contribuendo così a fornire numerosi disagi a pazienti e famigliari.

La manutenzione di un ascensore identico a quelli del santa Chiara installato in un qualsiasi condominio di 13 piani dura dai 12 ai 16 giorni lavorativi massimo.

Ed anche se dovessero fare una revisione completa o un totale rinnovo i lavori non durerebbero più di un mese.

Perché quindi in una struttura pubblica dura così a lungo?

Il 3 ottobre 2018 il Dirigente generale del Dipartimento Infrastrutture e Mobilità della Provincia autonoma di Trento aveva firmato la determinazione che riavvia l’iter per la realizzazione del nuovo ospedale del Trentino.

Ciò in ottemperanza a quanto disposto dalla sentenza del Consiglio di Stato.

Ad oggi, grazie all’amministrazione di Centro sinistra che ha governato nella passata legislatura, la provincia autonoma ha speso 150 milioni di euro dei 338 previsti per la realizzazione del Nuovo ospedale Trentino.

Ma purtroppo per ora all’orizzonte si vede solo il nulla.

I conosciuti errori nella realizzazione del bando hanno portato all’annullamento della gara di appalto che ora ripartirà da zero.

Se tutto andrà bene vedremo il nuovo ospedale nascere fra circa 25 anni.

Il problema quindi di adattare l’ospedale di santa Chiara a nuove esigenze è attuale ed urgente, anche nelle sua manutenzioni straordinarie.

L’articolo Ospedale santa Chiara: quelle manutenzioni degli ascensori che lasciano a desiderare proviene da La voce del Trentino.

Mia Immagine

Pulsanti abilitati solo per info: Finanziamenti e Agevolazioni