Category Archives: News dalla rete

Prossimo libro, ‘Vegèt’?

Pulsanti abilitati solo per agevolazioni e finanziamenti

Buon Severgnini, il mio amico Sandro ed io stiamo leggendo il suo nuovo libro, “Italiani si rimane”. Il mio amico Sandro dice che lei l’era un pù matt da giuin, a mi me par che anca da quasi veget. Non è cambiato poi tanto, mei insci. In questo mondo, specialmente nella nostra Italia per andare avanti, farsi una strada, bisogna osare. I nostri fieu, devono darsi da fare, studiare, mi e el Sandro litigavamo con i libri e a scoeula un di si e un di no eravamo sempre dedrè la lavagna e col capèll de asen sulla testa. Se un fieu studia, se ha voglia di imparare e di fare, se non ha paura della fatica, se si responsabilizza, se vuole rendersi il più possibile indipendente, deve anche essere un pù matt, serio ma vivace, pronto alle sfide che la vita gli pone davanti. El Sandro, che l’è no poi tanto sveglio mi dice sempre che se ha lavorato per quarantasette anni, cominciando a tirare di lima è perché aveva fiducia in se stesso, magari avrebbe fatto di meglio in futuro. Infatti è diventato capo-officina e doveva fare corsi di perfezionamento usando anche i libri. Altri tempi, altre tempre, altri genitori. Siamo a pag. 40, siamo curiosi di vedere cosa l’cumbina nelle pagine dopo.

Se in testa le sorgesse un dubbio, avrei fatto la mia parte

Pulsanti abilitati solo per agevolazioni e finanziamenti

Eh già, il “we are the people” della dichiarazione di indipendenza americana è santificato dal dominio imperiale dello Washington Consensus. Il “popolo” della costituzione italiana redatta e approvata in regime di occupazione militare straniera è santificato da Santa Demo(pluto)crazia. Il “popolo” dei jilet gialli incorre nella scomunica del clero mediatico al soldo del capitalismo globalizzato, che balbetta le ricette mandate a memoria in televisione e sugli abbecedari approntati dai vari think-tanks (e nel farlo ha pure il coraggio di rivendicare una propria superiorità culturale!).

La vostra (in)cultura non arriva neppure a vedere in qualsiasi organizzazione statale una forma di terrorismo solidificatosi a livello istituzionale, e nei vari terrorismi e progetti rivoluzionari altrettanti stati potenziali che ambiscono a intraprendere un analogo processo di solidificazione. Le bombe, gli omicidi politici e le insurrezioni armate andavano benissimo finché li praticavano i Mazzini e i Garibaldi dell’affabulazione risorgimentale e i partigiani di quella resistenziale; adesso la storia è arrivata al suo compimento e guai a pensare che qualcuno prenda le armi contro le plutocrazie demagogiche a egemonia yankee e a supervisione di Sionne.

Finkielkraut schiacciato contro un muro la riempie di orrore, un poveraccio rovinato dalle delocalizzazioni o un libero pensatore trascinato in prigione per reati di opinione non costituiscono un problema. Mi farebbe piacere poterle dire che vi spegneremo davvero il sorriso e che il servidorame di Mammona pagherà per i suoi crimini a stampa; ma quando il regime verrà giù i pennivendoli saranno già passati armi e bagagli dalla parte del vincitore di turno (come fanno senza eccezioni da due secoli a questa parte) e staranno balbettando slogan contro qualsiasi nemico i loro nuovi padroni gli ordinino di diffamare.

FOTO Io e la mia chioma grigia siamo trendy ora?

Pulsanti abilitati solo per agevolazioni e finanziamenti

Sono qui, spalmata sul divano mentre abbraccio e imbraccio il mio laptop. Sfoglio pigramente il Corriere online e un titolo mi calamita “Grigio è bello: la riscossa dei capelli argentati parte da Hollywood” (https://www.corriere.it/moda/beauty/cards/grigio-bello-riscossa-capelli-argentati-parte-hollywood/rihanna.shtml). “Ehi, ce l’avete con me?”, penso subito. Io, titolare della mia chioma ex castana, ora argentea, d’un tratto divento coinquilina del mondo glamour. Mi ritrovo a condividere la mia cromaticità tricologica con Lady Gaga e Rihanna passando per Salma Hayek. Se il fumo di Londra del mio incipit ha creato una nebbia espositiva, rimedio subito. Chi sfoglia le riviste su tendenze e look sa che da qualche tempo circolano a testa alta capigliature grigie. Che siano striate, tinta unita, tinta artificiale o naturale, chiome lisce o boccolute. Il grigio si svincola finalmente dall’idea di vecchiume e piattume, monotonia e malinconia, risorge dalle ceneri e infine si riabilita. Ditemi, dovrei forse gioire adesso che la moda ha deciso di rinverdire il grigio sulle teste femminee, note e sconosciute? Da tempo io e la mia chioma affrontiamo insieme lo “specchio della verità”, lasciando che i fili bianchi e gli anni diventino trama di vita. Non amo le imposizioni, in generale, che poi a dettarmele sia la tintura mensile, sarebbe troppo per me! In questi anni trascorsi ho accettato sguardi sorpresi, snob, pietistici, ammirati: la mia scelta era atipica. Bastava osservare una platea femminile durante un concerto, una messa, una conferenza, e saltava all’occhio che le “grigione” erano mosche bianche, giusto per rimanere in tinta. Non voglio essere originale, ma solo libera. Ora che il grigio è in auge, dovrei forse sentirmi più omologata o trendy? Per poi ritornare a essere di nuovo atipica quando la ciclica onda modaiola sarà passata?

LETTERA Questione Diciotti: sì, era un reato

Pulsanti abilitati solo per agevolazioni e finanziamenti

Caro Beppe, rispondo al signor Luigi Lenzini in ‘La magistratura italiana e la ‘questione Diciotti’ ( https://bit.ly/2TXWNlc ). Fare dell’accademia giuridica senza guardare al fatto in se stesso è sempre fuorviante. Il giudizio sul conflitto …

Mart, Sgarbi è furibondo e querela i 5 Stelle

Pulsanti abilitati solo per agevolazioni e finanziamenti

Primi passi nell’era Sgarbi al Mart. Ma non c’entra l’arte. Il deputato (ex Forza Italia, ora gruppo misto) ha annunciato querela per diffamazione contro il consigliere provinciale del M5s Alex Marini, «reo» di essersi espresso pubblicamente contro la …

Primi punti iridati per Movisport: Gryazin a segno con il quinto posto di WRC-2

Pulsanti abilitati solo per agevolazioni e finanziamenti

Lo scorso fine settimana si è avviata la campagna mondiale di Gryazin-Fedorov, con la gara in Svezia terminata  in quinta posizione. In Franciacorta soddisfazioni all’arrivo anche per Vietti e Zanasio.  REGGIO EMILIA, 19 febbraio 2019 – Primi punti iridati in questo 2019, per Movisport, grazie alla perfetta prestazione del russo Nikolay Gryazin, in coppia con […]